Venduto
Man stock: Is instock: Is onsale: Is featured:
Mobile metafisico, Mendini

Mobile metafisico, Mendini

4.000

Disponibilità: SOLD

Quick Overview

Designer & Brand: Alessandro Mendini (1986-87) 

Dettagli: Mobile anni ’80 in legno laccato rosa metallizzato, composto da due basi di forma piramidale (base 65×65 cm) e un architrave contenitiva di appoggio con apertura a ribalta (L. 160 cm – P. 33 cm – H. 40 cm), edizione limitata

Dimensioni: L. 160 cm – P. 33 cm – H. 105 cm

Condizioni: il mobile è in buono stato, presenta dei lievi segni negli angoli delle piramidi da appoggio ma rimane un pezzo storico

Perché in vendita? causa trasloco (venditore privato).

[contact-form-7 404 "Not Found"]

CONSEGNA E RIMBORSO

La spedizione è gestita da corrieri professionali in tutta l'Unione Europea, i costi dipendono dal paese di destinazione.

Per assistenza è possibile contattare help@deesup.com

Il MOBILE METAFISICO firmato Mendini si presenta come oggetto misteriosamente rituale portatore di un messaggio occulto, quasi un’essenza fantascientifica. Spiccano elementi primari dell’architettura, fondamenti di un assoluto in rosa antico metallizzato, è come se le forme si fossero purificate da ogni ornamento a colpi d’ascia mentale.

Alessandro Mendini, architetto, è nato a Milano nel 1931. Ha diretto le riviste “Casabella”, “Modo” e “Domus”. Sul suo lavoro e su quello compiuto con l’Atelier Alchimia sono uscite monografie in varie lingue. Realizza oggetti, mobili, ambienti, pitture, installazioni, architetture.

6_3

La collezione MIRABILI viene presentata per la prima volta a Prato nel 1986, nello storico Palazzo Datini, catalogo Electa e Patrocinio degli Assessorati alla Cultura del Comune di Prato, della Provincia di Firenze e della Regione Toscana. Il messaggio che MIRABILI intende portare avanti coinvolge Artisti e Designers di chiara fama, scelti per le loro particolari attitudini e per il loro mondo poetico. Si tratta di una Collezione che si propone di comunicare con l’arte, per visioni ed emozioni: una qualità che ne legittima la significativa presenza nei musei, nelle gallerie e presso collezionisti qualificati.